Orari di Apertura : Lunedi-Venerdì 9.00-13.00/15.30-19.45 -- Sabato 9.00/13.00 - Chiusura Estiva 13/20 Agosto


Esenzione bollo auto legge 104 Regione Sicilia


Come ottenere l'esenzione bollo auto


Non è tenuta al pagamento della tassa automobilistica regionale di proprietà la persona disabile grave, secondo la definizione dell’articolo 3, comma 3, della L. 104/1992 e successive modificazioni e integrazioni, ovvero la persona di cui il disabile sia fiscalmente a carico”.

Facciamo una premessa necessaria, ripresa più volte dalla stessa Agenzia delle Entrate. <<E’ convinzione diffusa che i termini di invalido e disabile siano equivalenti. Ciò non corrisponde al vero. Il concetto di invalido è riferito esclusivamente alla capacità lavorativa: essere riconosciuto invalido al 50% significa potere lavorare la metà di una persona abile. Diverso e più elaborato è il concetto di disabile. Questo è fissato dall’articolo 3 della legge 104/92. “E’ persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.”. In base a tale definizione, la disabilità o l’handicap è quella situazione di svantaggio che si ripercuote non solo sulla capacità lavorativa, ma anche su tutti gli altri aspetti della vita del disabile: dalla capacità di relazionarsi con persone (parlare, udire, scrivere, telefonare) o cose (capacità di prendere, manipolare, salire, manovrare, guidare), a quella di apprendere, partecipare, lavorare. Le agevolazioni previste dal legislatore nel settore auto non sono, pertanto, da considerare un generico contributo economico, ma un ausilio che consente, a coloro i quali hanno difficoltà a muoversi, di acquistare veicoli che, adattati o meno, ne favoriscano la mobilità e l’autonomia riducendone il grado di dipendenza da altri soggetti. Pertanto il riconoscimento dei benefici è connesso alla incapacità o alla difficoltà al movimento e non alla gravità della patologia>>.

Tra le agevolazioni previste per i disabili nel settore auto c’è l’esenzione totale del bollo di circolazione, o meglio definito bollo auto. In altri articoli abbiamo parlato delle agevolazioni all’acquisto [link] e quindi qui ci soffermeremo brevemente sull’iter da seguire per ottenere l’esenzione dal pagamento del bollo auto secondo la legge 104 nella Regione Sicilia.
Questa esenzione bollo auto secondo la legge 104 è valida anche nella nostra Regione e noi come Sportello SERMETRA, abbiamo il compito di erogare consulenza sulle tasse automobilistiche e sul pagamento bollo anche alla luce dell’accordo stipulato con la Regione Sicilia per cui ci occupiamo anche del pagamento dei bolli arretrati e della verifica della posizione tributaria rispetto a questo argomento. 
Sgombriamo il campo da un equivoco di base: un veicolo acquistato con i benefici della legge 104 non è automaticamente esentato dal pagamento del bollo. Occorre avviare la procedura attraverso uno sportello Sermetra o direttamente al PRA (Pubblico Registro Automobilistico).
Cosi come per beneficiare delle agevolazioni all’acquisto, la vettura che richiede l’esenzione del pagamento del bollo auto secondo la legge 104 deve avere una cilindrata non superiore a 2000 c., se con motore a benzina, e fino a 2800 c.c. se con motore diesel. Possono beneficiare dell’esenzione sia le automobili nuove che quelle usate e, aggiungiamo noi, anche le auto a km0. 
Un’iter burocratico che sembrerebbe ripetitivo, per certi versi, garantisce che l’esenzione non vien riconosciuta soltanto per l’anno in cui è stata richiesta, ma opera a tempo indefinito finché permangono le condizioni che danno diritto all’esenzione stessa. 
I soggetti agevolati sono:
  - non vedenti e disabili affetti da sordità congenita o preverbale (art. 6, comma 1, lettera “e”, della legge n. 488 del 23.12.1999);
  - disabili con handicap psichico o mentale di gravità tale da aver determinato il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento (art. 30, comma 7,della legge n. 388 del 23.12.2000);
  - disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni (art. 30, comma 7, della legge n. 388 del 23.12.2000);
  - disabili con ridotte o impedite capacità motorie permanenti (art. 8, comma 1, della legge 449 del 27.12.1997)
L’iter per avviare la richiesta dell’esenzione bollo auto è cosi definito:
  1. Documentazione legata alla specificità della disabilità, compresa la certificazione sanitaria dell’ufficio competente
  2. Documenti veicolo in oggetto: libretto di circolazione e di proprietà
  3. Documentazioni personale del disabile e dell’eventuale accompagnatore (documento di riconoscimento e CF)
Sulla base di questa documentazione, si avvia la pratica con l’inserimento telematico al PRA dal nostro sportello SERMETRA e successivamente si invia copia cartacea allo stesso PRA [se siete interessati al nostro servizio, al link potete richiederlo attraverso il form di contatto].
Nell’arco di un paio di giorni si evince telematicamente dell’esenzione avvenuta e si riceva la cosiddetta “certificazione dell’esenzione bollo” valida per sempre su quel veicolo, ovvero sino a quando restano attive le condizioni che hanno dato diritto all’esenzione stessa.